.
Annunci online

zorzo
pensieri lenti.. e cattogaudenti


Diario


15 gennaio 2010

Benedetto è buono, anzi Bonino

 Sorpresa: Emma Bonino è più vicina alle gerarchie ecclesiastiche che al popolo di Dio. Sì. E’ paradossale ma è così. Altro che quello che va dicendo la Emma nazionale. Nelle parrocchie, nei gruppi ecclesiali, tra i semplici fedeli di simpatie democratiche Emma Bonino è vista e percepita con evidente lontananza. In Vaticano invece, con equidistanza. E questo se è una buona notizia per la campagna elettorale lo è di meno per il momento finale delle votazioni, perché alla fine è il popolo che va a votare. Ad ogni buon conto i margini di una bella campagna elettorale ci sono tutti. Speriamo si abbia la saggezza e la lungimiranza di riconoscerli e non sciuparli. Il primo ad aver dimostrato saggezza ed equanimità infatti è stato, ieri, il massimo organo della gerarchia ecclesiastica, ovvero il Papa. Nell’incontro d’inizio d’anno con le autorità del Comune e della provincia di Roma e della Regione Lazio il Vescovo di Roma ha calcato l’accento sulle preoccupanti difficoltà di molte famiglie, sul disagio giovanile, così come sulle necessità di strutture di assistenza e formazione che richiedono una particolare attenzione da parte delle istituzioni. Un discorso articolato dunque, con al centro il territorio e non i principi, un discorso che pone la sfida delle regionali sul piano della carità piuttosto che sul piano della laicità; si è quindi chiaramente percepita la volontà di concordia e dialogo nell’interazione con gli organi istituzionali e tra gli organi istituzionali piuttosto che la volontà di lanciare anatemi, bandire crociate, promuovere scontri di civiltà. Con l’intervento di ieri il Papa ha chiaramente espresso che per l’anno in corso, quindi per le imminenti elezioni legislative regionali, c’è una priorità dei temi sociali sui temi etici. Dovrebbe essere una buona notizia per la coalizione di centrosinistra. Speriamo lo sia anche per la sua candidata.




permalink | inviato da zorzo il 15/1/2010 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

La cultura liberal
La cultura della DC
La cultura del PCI
La cultura di governo
Lavoro in
il capo dell'opposizione

Sant'Antonio
L'altra rosa
L'albero di Atena


Berlusconi su Moro, "la Repubblica" 15 luglio 1977
"ogni volta che apre bocca ci vuole un esercito di esegeti per interpretarlo. Questi capi storici hanno il culo per terra ma ingombrano la porta"


"siamo conservatori e rivoluzionari"
Enrico Berlinguer


"il programma non basta scriverlo, il programma bisogna viverlo"
Luigi Sturzo


CERCA